Presentazione

Al giorno d'oggi la tecnologia influenza sempre di più svariati aspetti della vita di ognuno di noi, facendoci entrare in contatto con nuove realtà e nuovi approcci verso tematiche che, in tempi non tanto lontani, venivano trattate con strumenti completamente diversi.
In questo discorso generale, si inserisce anche il campo della moderna didattica, che, se una volta faceva affidamento sui classici metodi di insegnamento, oggi, a questi, affianca nuove tecnologie che aprono grandi prospettive. Basti pensare all'immenso serbatoio di conoscenza rappresentato da Internet, conoscenza che nella maggior parte dei casi risulta di facile accesso e che copre le più svariate attività in cui l'uomo si cimenta.

Non risulta difficile trovare sul Web corsi a distanza che possano interessare tanto chi vuole imparare a suonare il piano, quanto chi, invece, è interessato all'amministrazione di una rete locale. Non di meno, è possibile ormai racchiudere il contenuto di un'intera enciclopedia in un unico CD-Rom, dando possibilità di consultazione dell'opera in un modo estremamente pratico e fruttuoso.

Nell'ambito della didattica, quindi, la tecnologia si sta facendo sempre maggior spazio, offrendo i suoi mezzi per un continuo rinnovarsi dei più tradizionali metodi di insegnamento. In questo contesto, è nata l'idea di offrire uno strumento che sia in grado di fornire un ambiente di lavoro capace di supportare alcuni aspetti dell'attività di un docente e di uno studente, che hanno come oggetto di studio i linguaggi di programmazione.
Quello che si vuole realizzare, cioè, è un mezzo attraverso il quale un docente ha un supporto per la preparazione e l'utilizzo di uno dei più diffusi metodi di valutazione, ossia l'interrogazione tramite questionari; e, dall'altro lato, uno studente ha la possibilità di avvalersi dello stesso strumento come aiuto per conseguire una idonea preparazione, secondo i criteri del docente stesso.
Assieme a tutti gli aspetti ed argomentazioni che seguiranno a descrizione del lavoro svolto, bisognerà tenere sempre a mente che, qualsiasi strumento si metta a disposizione, la riuscita o meno degli scopi cui si ambisce, dipende in buona parte dal corretto utilizzo dello strumento stesso e non esisterà mai un prodotto che possa sostituirsi alla volontà di uno studente, così come alla preparazione di un buon docente.
 
 

Test++

Test++ è nato per rispondere ad una specifica esigenza che lo differenzia da altri pacchetti software con funzionalità simili e, cioè, quella di dare un punto di incontro tra le esigenze di uno studente e quelle di un docente; poichè le funzionalità messe a disposizione, hanno sempre lo scopo di migliorare la conoscenza che essi hanno, ognuno dal proprio punto di vista.

E' indubbio, che il sogno di ogni studente sarebbe quello di conoscere in anticipo le domande di un esame, mentre quello di un docente potrebbe essere quello di dare ad un suo allievo, oltre alla conoscenza in sé, anche un metodo di studio e un modo per fargli comprendere dove egli vorrebbe che lo studente focalizzasse la sua attenzione, in modo da comprendere a pieno gli aspetti più importanti di un dato argomento. Presentare in anticipo ad uno studente le domande che riceverà all'esame farebbe sicuramente felice lo studente, ma non sarebbe un bel passo in avanti per la didattica; più interessante è invece il caso in cui lo studente, che voglia prepararsi seriamente per un esame, abbia a disposizione uno strumento che invece di propinare una serie indefinita di quesiti, si adatti alla sua preparazione, ed in base a ciò, modifichi il suo comportamento. Lo scopo del nostro lavoro è stato quello di sviluppare un prodotto che, a nostro avviso, può portare uno studente tramite, un meccanismo di esercitazione, a scoprire i punti ove la sua preparazione presenta più lacune, e ciò soprattutto per quegli aspetti ritenuti importante per il docente, e dall'altra parte un docente, ad avere un meccanismo per guidare nello studio l'allievo e, affianco ad esso, un modo per valutarne le conoscenze.
E' importante sottolineare che Test++ non vuole essere un tool per eseguire esami, vuole essere un tool per superare gli esami.

Le Tecnologie di Test++

Il progetto si colloca come un'applicazione distribuita, con una interessante struttura basata sul modello Client/Server, e fa uso delle più moderne realtà nel campo della programmazione. Il suo utilizzo presenta aspetti riguardanti l'ambiente cooperativo, cui un insieme di utenti accedono e sfruttano risorse comuni ed hanno una visione comune dell'area di lavoro ed un accesso di tipo "stand alone" attraverso il quale un docente o uno studente si accosta al sistema in modo autonomo. Test++ è stato sviluppato in Java 1.1 ed è quindi utilizzabile in un qualsiasi ambiente che supporti la JVM, l'accesso alla rete è gestito tramite il meccanismo di Remote Method Invocation offerto dal linguaggio.
Lo stesso prodotto può essere utilizzato come applicazione, che poggia direttamente sul S.O., oppure come Applet, nel qual caso, opera in un ambiente più ristretto, ossia all'interno di un browser che implementa la JVM. Test++ poggia fortemente sulla filosofia del linguaggio di programmazione stesso con cui è stato interamente scritto : la portabilità e l'indipendenza dalla piattaforma su cui viene utilizzato, filosofia che, assieme alla flessibilità di utilizzo e alla versatilità ne fanno un ottimo strumento didattico.


autore